Enkhuizen, perla dell’Olanda settentrionale

di
Enkhuizen, Olanda

Enkhuizen, Olanda

Legate una all’altra, le vecchie barche di pescatori galleggiano nel porto di Oude Haven – quadro antico e vivo di cosa fu e ancora è Enkhuizen, la cittadina dell’Olanda settentrionale nella regione della Frisia occidentale.

Fondata tra il XII e XIII secolo, ottenne lo status di città nel 1335. E tra il 500 e il 600 raggiunse il suo massimo splendore commerciale diventando sede di una delle sei Camere della Compagnia Olandese delle Indie Orientali (Voc).

L’interramento di parte del porto nel Settecento e la costruzione della grande diga sul golfo dello Zuiderzee nel 1932 ridimensionarono di molto il poter economico di Enkhuizen. Non la sua bellezza, però.

Oggi, questa cittadina che attraverso nella pioggia battente, è una delle più caratteristiche dell’Olanda settentrionale con i monumenti che ne ricordano l’antico splendore così come gli edifici dagli eleganti tratti seicenteschi.

Li vedo sfilare su Waterstraat, la via principale lungo su cui si alzano ordinati e lungo cui si alternano ponti mobili: si aprono e chiudono al volere delle barche che ci passano sotto per entrare e uscire dal porto.

Un po’ come in passato facevano le imbarcazioni che cacciavano le balene e pescavano le preziose aringhe che regalavano benessere e stabilità. Tanto che ancora oggi, nel numero di tre, danno forma allo stemma cittadino di Enkhuizen.

I pescatori di ieri sono diventati esperti di turismo nautico, mercanti agricoli e coltivatori di tulipani di oggi. Tutti mestieri che insieme ai commercianti e ai gestori di negozietti e ristoranti tipici caratterizzano il centro.

Continuando il mio viaggio a Enkhuizen, vedo attraverso la pioggia spessa l’edificio della Westerkerk col suo caratteristico e originale campanile in legno. Poi incontro il Weeshuis, l’orfanotrofio del 1616 oggi sede di una galleria d’arte moderna e contemporanea.

In stile rinascimentale sono invece la pesa pubblica del Waag e quello del municipio, lo Stadhuis. Per gli amanti della cartografia c’è l’Almanak Museum, mentre io per la pioggia e per la curiosità entro nel Flessenscheepjes.

È il museo che nei suoi spazi minimi ospita la più grande collezione al mondo di navi in bottiglia: attraverso il vetro che li racchiude, vedo velieri pescherecci, baleniere, mercantili, navi a vapore solcare i miei sogni di bambino.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Enkhuizen, perla dell’Olanda settentrionale"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...