Erasmus, il ponte di Rotterdam

di
Il Ponte Erasmus a Rotterdam © Andrea Lessona

Il Ponte Erasmus a Rotterdam © Andrea Lessona

Le ali bianche di Erasmus brillano nella notte. Dalla sponda meridionale della Nuova Mosa guardo il ponte di Rotterdam, simbolo della seconda città d’Olanda, allungarsi sul fiume: sembra voler volare via.

Ho attraversato la sua campata prima, a bordo di uno dei tanti tram che, instancabili, portano da mattina a sera migliaia di passeggeri dalla zona nord a quella sud. Adesso, invece, la cammino a piedi.

Nonostante il vento freddo del nord, non sono riuscito a resistere al suo fascino ammaliatore. Così mentre le luci artificiali che ne disegnano il profilo cadono nel fiume di sotto, passo a passo ne scopro l’anima e la storia.

L’Erasmusbrug (ponte Erasmus in olandese) è stato realizzato in sei anni. I lavori iniziati nel 1990 sono finiti nel 1996, e il 4 settembre dello stesso anno la regina Beatrice ha inaugurato la struttura, una delle più famose del suo genere in tutta Olanda.

Il Pilone del Ponte Erasmus a Rotterdam © Andrea Lessona

L’obiettivo dichiarato era quello di unire ciò che la Nieuwe Maas, la Nuova Mosa, l’affluente del Reno lungo 24 chilometri, divide: la parte sud con quella nord della città nederlandese.

Dopo estenuanti disamine e dispute su costi e progetti venne scelto quello disegnato da Ben van Berkel. Il ponte di Rotterdam si allunga da una sponda all’altra per 800 metri ed è una struttura davvero “democratica”.

Il suo progettista l’ha pensata per tutti: infatti ci sono spazi riservati ai pedoni, ai ciclisti, ai tram e alle macchine. Una vera e propria arteria sulla quale svetta l’avveniristico pilone alto 139 metri.

Data la forma particolare e il colore bianco, la struttura è stata soprannominata de Zwaan, il Cigno. A guardarle da qua sotto, invece, le ali nate dai 32 tiranti mi ricordano un’arpa, corde d’acciaio suonate dal vento freddo del nord.

La loro melodia metallica mi accompagna lungo tutta la campata sino a quando arrivo dall’altra parte della Nuova Mosa, e guadagno la zona nord di Rotterdam.

I commenti all'articolo "Erasmus, il ponte di Rotterdam"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...