Mulini di Kinderdijk, Olanda di vento e polder

di
Mulini di Kinderdijk

Mulini di Kinderdijk

Nel cielo basso dell’Olanda meridionale, le pale dei mulini di Kinderdijk girano lente: il vento è un sospiro lieve che le muove appena mentre uno di fronte all’altro si specchiano nell’acqua vicina.

Oltre a loro questo borgo particolare, vicino all’antica città di Dordrecht e al parco nazionale “De Biesbosch”, è caratterizzato da idrovore, chiuse e bacini. Il tutto è disegnato come un ricamo e perfettamente integrato con la natura.

Se non fosse proprio qui davanti a me, potrei scambiarlo per un tipico quadro olandese. Tanto che per la sua bellezza armonica, l’Unesco lo ha inserito nell’elenco dei siti patrimonio mondiale dell’Umanità.

Nei Paesi Bassi, si iniziò a costruire i mulini di Kinderdijk tra il 1738 e il 1740. Definiti collettori, avevano uno scopo essenziale: riuscire ad asciugare il terreno e mantenerlo tale sotto il livello dell’acqua dell’Alblasserwaard.

Ciononostante, già prima erano stati realizzati esemplari che servivano a prosciugare i polder. Di loro ne restano due che, insieme a un’idrovora a vapore in disuso, possono essere visitati.

Attraversare il borgo di Kinderdijk, ricco di tanti corsi d’acqua, dighe, mulini e chiuse, è come attraversare il tempo e la storia dell’Olanda: una nazione che da oltre mille anni sfida l’acqua e ne trae risorsa.

Per vedere da vicino i mulini di Kinderdijk si può percorrere la zona in bicicletta. Fermarsi come e quanto si vuole nei due aperti al pubblico dove si proietta il filmato sull’idrovora di Wisboom che ne ha sostituito la funzionalità.

Oppure, si può fare una passeggiata rilassante tra la natura domata e raggiungere lo storico esemplare di Nederwaard: qui si può vedere dall’interno come queste strutture venissero costruite e continuino a funzionare.

Un’altra possibilità per ammirare i mulini di Kinderdijk è quella di vederli sfilare dall’acqua mentre si fa un giro sul Canal Hopper “Prins Friso”. Durante i trenta minuti del percorso, si può salire e scendere in quattro diversi punti per osservarne le pale soffiate dal vento dell’Olanda meridionale.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Mulini di Kinderdijk, Olanda di vento e polder"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...